Reform Action

Partezipare


Reform Action

Partezipare


Reform Action

Partezipare


Reform Action

Partezipare


1 - La tua tesi per la chiesa


Nel 1517 Lutero affisse le sue celebri “95 tesi”, dando così avvio alla riforma protestante che determinò il rinnovamento della chiesa e il cambiamento della società e rese accessibile la Bibbia alle persone. Molte delle tesi di Lutero non sono però più comprensibili ai nostri giorni perché erano state scritte in risposta ai mali della chiesa e della società di allora. E proprio per questo suscitarono grande fermento tra la popolazione e ai piani alti della società del tempo.

Qual è la tesi che proponi per la nostra epoca? Quale messaggio vuoi inviare alla chiesa di oggi? Di cosa dovremmo farci portabandiera in quanto cristiani per il nostro tempo e il nostro futuro, portandolo nel nostro cuore? Cosa resta ancora da scoprire? Presentaci le tue tesi!

Come fare
  1. leggi la Bibbia e lasciati ispirare. 500 anni fa Lutero, Calvino & Co. si sono lasciati ispirare dalla Bibbia mettendo in moto una rivoluzione. Allo stesso modo il Signore vuole guidarti nella lettura della Bibbia mostrandoti il suo messaggio per la nostra epoca;
  2. scambia le tue idee con i tuoi amici. Spesso l’ispirazione dall‘“Alto“ arriva stando insieme ad altri cristiani. Incontrati con i confermandi della tua età o con gli amici del tuo gruppo o partecipa a un culto giovanile e scopri quale potrebbe essere il tuo messaggio;
  3. lavora con i 40 temi proposti. In previsione del giubileo della riforma molte persone hanno già riflettuto sul messaggio che Dio vuole lasciarci per la nostra epoca. Dai quindi uno sguardo ai “40 temi” disponibili al seguente link, leggi i passi della Bibbia ad essi attinenti o lasciati ispirare dalle tesi presentate da altre persone, raccolte al seguente link.
  4. Potrai inviarci le tue tesi sia in forma di testo descrittivo, sia come manifesto o video. Il termine ultimo di presentazione delle tesi è il 30 settembre 2017. Prima del festival pubblicheremo alcune tesi già su Facebook, Instagram o sul nostro sito Internet. Durante il festival le tesi saranno invece presentate nell’ambito di una mostra e alcune saranno addirittura inserite nel programma.

Abbiamo bisogno delle seguenti informazioni:
nome, cognome, recapito postale, indirizzo email

Indirizzo a cui inviare le tue tesi:
email: partizipation@reformaction.ch
posta: Reformaction-Backoffice, c/o Bibellesebund Schweiz, Industriestrasse 1, 8404 Winterthur

2 - Il tuo versetto per il mondo


“sola scriptura – solo con le cose scritte” è il principio che i riformatori protestanti proclamarono 500 anni fa contro una chiesa che era sempre più dominata dalle tradizioni e dalle consuetudini ecclesiastiche. Noi amiamo la Bibbia e ne siamo entusiasti. Grazie alla Bibbia conosciamo Dio e i progetti che ha in serbo per noi e per questo mondo. La parola di Dio illumina il nostro cammino nel caos della vita, ci sostiene nei momenti difficili, ci spinge a riflettere su noi stessi e a vivere una vita operosa.

Condividi con il mondo il versetto della Bibbia che preferisci, scrivendolo in modo creativo. Dall’1 al 30 aprile il nostro festival aderisce alla campagna mondiale “30 Days of Bible Lettering”. Scrivi quindi il versetto biblico che preferisci usando la tecnica creativa del “lettering” e condividilo con il resto del mondo.

Come fare
  1. tuffati nel mondo del “lettering”, lasciati ispirare e trova il tuo stile. Di seguito i link a cui potrai ispirarti:
  2. cerca un versetto della Bibbia che è per te importante e che vorresti comunicare al mondo. Se non hai idee, online troverai diverse raccolte con bei versetti biblici. Ma non dimenticare che i versetti più belli sono quelli che toccano sul vivo chi legge.
  3. scrivi il tuo versetto in modo creativo e condividilo su Instagram o Facebook utilizzando questi 2 hashtag: #‎30daysofbiblelettering #‎reformaction

Tra tutte le immagini che saranno postate nel mese di aprile con questi due hashtag estrarremo a sorte fantastici premi che pubblicheremo sul nostro sito e su Facebook.

3 - La tua preghiera a Dio


Oltre a rivalutare la Bibbia, quale parola di Dio, la riforma diede anche avvio a un movimento che pose al centro dell’attenzione il rapporto personale dell’individuo con Dio. Non si trattava di nulla di nuovo, nella Bibbia si trovano infatti già numerosissimi passi in cui le persone entrano in contatto diretto con Dio attraverso la preghiera. Pregare significa parlare con Dio. Il libro dei Salmi, ad esempio, è un testo pieno di colloqui diretti tra gli uomini e Dio. Con la preghiera esprimiamo il nostro rapporto con Dio e non si tratta semplicemente di impietosire Dio, quanto piuttosto è importante che attraverso la preghiera siamo noi a essere toccati e a ricevere un dono da Dio. Il Signore ci protegge e alza il suo volto su di noi e sui nostri problemi.

Le tue preghiere saranno inserite all’inizio del nostro festival e nell’ambito della “notte delle fiaccole” del venerdì sera desideriamo assegnare alle tue preghiere uno spazio particolare.

Come fare
  1. Lasciati ispirare dalla Bibbia, ad esempio leggendo i salmi nel libro delle preghiere o leggendo come Gesù insegnava ai propri discepoli a pregare (il “Padre nostro” in Matteo 6,9-13) o ancora come i suoi discepoli pregavano (Atti degli Apostoli 4,23-31). Svariati sono i motivi che inducono a pregare, ad esempio:confessarsi: confessiamo la nostra colpa a Dio e agli uomini
    • adorare: guardiamo con stupore a Dio e gli diciamo cosa sentiamo per lui
    • lodare: celebriamo e lodiamo le opere di Dio e il suo amore verso noi uomini
    • ringraziare: diciamo “grazie” a Dio per tutto ciò che ci ha donato
    • pregare: comunichiamo a Dio i nostri desideri e le nostre esigenze
    • intercedere: diciamo a Dio quali sono le difficoltà di altre persone e lo preghiamo di offrire il suo aiuto
    • benedire: auspichiamo ogni bene al nostro prossimo
    • lamentarsi: invece di compiangerci, diciamo a Dio cosa ci turba. Talvolta Dio placa il nostro tumulto interiore, altre volte lascia che la bufera impazzi e tranquillizza i suoi figli
  2. Rifletti su cosa vorresti dire direttamente a Dio e scrivilo, in modo semplice e sincero, senza filtri. Dio non ha bisogno di frasi perfette ma possiamo avvicinarci a lui così come siamo.
  3. Se vuoi puoi infine rifinire la tua preghiera. Magari trovi una forma per scrivere la tua preghiera in rima o magari puoi abbreviarla, o anche no.

Abbiamo bisogno delle seguenti informazioni:
nome, cognome, recapito postale, indirizzo email

Indirizzo a cui inviare le preghiere:
email: partizipation@reformaction.ch
posta: Reformaction-Backoffice, c/o Bibellesebund Schweiz, Industriestrasse 1, 8404 Winterthur